lunedì 24 settembre 2007

Fare la Spia

Sono stato un po’ in giro a New York ad Agosto, con calma e senza correre, come avevo fatto le trenta (o quaranta) volte precedenti. Alloggiavo ad Alphabet City nel Lower Est Side, una zona che solo fino a 7 anni fa era attraversabile solo con il rischio di ricevere qualche bottigliata dalle numerose gang che bivaccavano nei pressi. Un sacco di locali nuovi aperti: Cubani, Tibetani, Giappo/Francesi, EU (si europei), giovani in giro fino alle ore piccole. Allo JFK, sÏ l’aereoporto principale, c’è una nuova navetta automatica collegata alla metropolitana che in pratica elimina il traffico automobilistico tra i terminali ed i servizi dell’aereoporto. Un amico avvocato che ha curato gli affari legali della Port Authority legati ad espropri, autorizzazioni, comunità, comuni, parchi, ferrovie ecc ecc. mi ha detto che è stato un lavoro lungo… tre anni per trenta chilometri di sopraelevata. Poi sono andato nel Massachusset (il nome della tribù Algonquina che una volta abitava queste terre) nell’isola di Martha’s Vineyard, dove non c’è neanche bisogno di chiudere la porta di casa ed i vicini, quando arriva uno nuovo, gli portano una torta. Alla sera tardi leggevo via web le notizie italiane. Al di là della politica ormai in mano ai ciarlatani o nella migliore delle ipotesi in mano ai comici, l’ordine pubblico non esiste più. QQO non è la sigla del titolo indice del NASDAQ, ma il Quartiere Quarto Oggiaro dove la Polizia non entra più a Milano, ormai diventata come Napoli e tante città del Sud. Ma qual è in questo caso la differenza che ci distingue dagli americani? (anche dagli svizzeri). La gente fa la Spia. “Neihgbor Watching” (i vicini guardano) e le case hanno porte di vetro ed i giardinetti non hanno nemmeno le staccionate. In tutti i cantieri è messo in evidenza il numero di telefono, che chiunque può chiamare, per denunciare abusi, mancanza di sicurezza etc. Sulle Highway gli automobilisti sono invitati a segnalare la targa dei veicoli condotti in modo pericoloso. Per essere un paese in guerra costante allo scopo di procurare le materie prime a basso prezzo ai pochi elettori americani è un bel risultato. Fare le leggi, come da noi, senza avere il coraggio e la forza di farle rispettare è solo una beffa. La nostra educazione omertosa ha caricato “Spia” di significati negativi fin dai tempi di scuola e catechismo …chi fa la spia non è figlio di Maria…
007 e le mille spie simpatiche e avventurose della fiction non ci hanno modificato l’imprinting. Lasciamo perdere l’omertà cronica del Sud, ma anche a Bolzano, se vediamo un reato noi giriamo la testa. Quelli che pagano le tasse invidiano chi non le paga, come se questi ultimi non fossero a loro carico. La maggioranza cerca di fregare il più possibile e noi guardiamo da un’altra parte.
Devo dire che faccio sempre più fatica a tornare nella nostra bella Italia.

5 commenti:

Antonio Candeliere ha detto...

è vero...

gianluca ha detto...

vorrei fare uno scambio link:
http://gianluca-revolution.blogspot.com

Federico ha detto...

Ciao ho trovato questo tuo sito cliccando un po' a caso sulle pagine personalizzate dalla mappa dei fon spot :) Mi piace, e' simpatico questo blog! Buona continuazione, Fede

Anonimo ha detto...

ciao!
se sei ancora connesso e pensi di proseguire con questo blog, sei interessato a uno scambio link con il nostro sito?

Sognando Italia 梦想意大利
http://www.sognandoitalia.com

carlo

Calogero ha detto...

Deve essere bella New York.

cappuccino

cappuccino
il miglior Illy del mondo?

Shangai pollution

Shangai pollution
dalla finestra di casa mia

formaggi

formaggi
italiani ... assenti